29 dic 2011

Oro Saiwa Style - biscotti secchi senza burro e uova


Non mi hanno mai fatto impazzire se non per la forma. Per carità, buoni sono buoni, ma forse quando penso ad un biscotto ho bisogno della corposità, della consistenza, dello spessore, del burro e delle uova. 
Però ho sempre amato profondamente questa loro forma rettangolare, questa ordinata presenza sulle tavole, queste confezioni regolari, questi pacchetti trasparenti con i biscottini in sequenza vicini vicini e soprattutto numerosissimi, da farmi pensare che un pacchetto potesse durare chissà quanto.

Lo stampino, cercato invano per mesi, finalmente mi è stato regalato poco prima di Natale (e infatti l'ho usato per il  Cookieswap) e credo proprio che d'ora in poi vedrete spesso dei biscotti di questa forma tra queste pagine, ve l'ho già spiegata la questione delle fisse no? Ecco, ci risiamo.

La ricetta invece viene da cookaround, unico sito dove sono riuscita a trovare qualcosa che potesse somigliare all'originale e devo ammettere che l'assaggio non è stato affatto deludente. Con il sapore ci siamo, giusto la consistenza andrebbe un pochino rivista perché sembrerebbero leggermente meno friabili di quelli veri.

Ma come ripeto sempre, se finiscono vuol dire che erano buoni :)

 

 Ingredienti:
250 g di farina 00
40 g di zucchero
40 g di olio di arachidi
100 g di latte
1/2 cucchiaino di glucosio
1/2 cucchiaino di ammoniaca per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 pizzico di sale 

La ricetta prevedeva olio di mais, io l'ho sostituito con quello di arachidi; prevedeva inoltre mezzo cucchiaino di lecitina di soia che però ho omesso, magari la friabilità potrebbe dipendere da questo, non lo so.

 Mescolare la farina con lo zucchero, l'olio e il sale, poi aggiungere piano piano il latte, il glucosio ed il resto delle polveri.
Stendere l'impasto sottile e ritagliare con lo stampino, posizionare sulla teglia e cuocere a 180° per circa 12 minuti. Ovviamente il tempo di cottura dipende da quanto li fate sottili, quindi occhio sempre al forno!
 

 Vi ho risparmiato la versione metà biscotto e metà cioccolato, avete presente quella con la tavoletta fondente accoppiata? Sotto le feste mi sembrava eccessiva, ma se qualcuno volesse sperimentare sarei ben felice di vedere i risultati.
 

Direi che una volta smaltite le scorte di panettoni e pandori si potrebbe tornare ad una colazione "a regime" proprio con questi biscotti.

Da soli ovviamente!

3 commenti:

  1. io faccio sempre colazione con gli oro saiwa, anche a Natale ;))

    Ottima questa ricetta, GRAZIE ;)

    RispondiElimina
  2. Una volta provai una versione di questi biscotti che non aveva niente a che vedere con gli originali....proverò anche questa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si dai, poi fammi sapere se ti soddisfano!

      Elimina