09 mag 2012

Pan di Spagna al cacao miele di bosco e zucchero grezzo

Tana per me!
Basta giocare a nascondino, è ora di tornare a pubblicare qualcosa!

Quindi riparto da un classico che spesso viene snobbato e che invece ha delle potenzialità notevoli. Il pan di spagna.

Mi piacciono le masse montate e mi piace il pan di spagna in particolare per la sua lavorazione, perché se viene bene cresce tanto senza bisogno di lievito, si conserva a lungo ed è versatile.
Ultimamente cerco di utilizzare gli ingredienti che ho tra frigo e dispensa senza dover andare a fare necessariamente la spesa, così da esaurire le scorte e poterle rinnovare completamente.

In più riesco a fare dei piccoli esperimenti che pare stiano riuscendo.
Uno è questo, con cacao, miele e zucchero grezzo di canna. 
Sa di rustico, sa di buono, ha un gusto intenso che non delude.

E' un'ottima base per tante torte senza essere banale, è morbido da soddisfare qualsiasi voglia di coccola e si inzuppa benissimo nel latte per la colazione. Io lo adoro!

Ingredienti 
(per un pan di spagna da 28 cm)
5 uova
112 gr zucchero di canna
100 gr farina 00
20 gr fecola
25 gr cacao amaro
pizzico di sale

Scaldare a bagnomaria le uova con lo zucchero il sale e il miele fino massimo a 40°/50° (se non avete il termometro basterà scaldarle leggermente, meglio meno che di più) per facilitare la montata.
Montarle con la frusta fino a che non compariranno più bollicine in superficie.
A questo punto aggiungere a mano le polveri (farina, fecola, cacao) mescolando dal basso verso l'alto per non compromettere tutto il lavoro precedente, con tanta delicatezza.
Versare in una tortiera ben imburrata o rivestita di carta forno e infornare a 175° fino a che la superficie non sembrerà bella gonfia e dorata. Per verificare l'esatta cottura del pan di spagna sarà sufficiente aprire il forno e premere leggermente sul dolce con i polpastrelli: se non resta il segno delle dita, è cotto.


Ottimo in abbinamento con la marmellata di kumquat, ricetta segreta del fotografo ufficiale del blog, non ve la posso rivelare se non indicandovi che per 1Kg di fruttini senza semi ci sono 250gr di zucchero, tutto a cottura veloce. Di più, non so :)








Consiglio: lasciatene da parte un po' senza farcitura, aspettate qualche giorno e consumatelo al naturale. Sprigionerà tutto l'aroma intenso di miele (per questo dovete usarne uno buono) e non vi sembrerà affatto di mangiare del pan di spagna!

4 commenti:

  1. Hai ragione, ha molto potenziale!!!! Delizioso, così farcito!
    Franci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si, è da provare assolutamente!

      Elimina
  2. Lo provo subito, visto che anch'io ho tutti gli ingredienti in dispensa... eccetto la marmellata di kumquat, ma ci metterò la mia di arance. Grazie e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se tiva, poi, fammi sapere la tua opinione :)

      Elimina