23 gen 2012

Biscotti inglesi all'arancia di Robbi Porters

Premessa: questi biscotti non li ho preparati io, ho solo assistito e messo a disposizione cucina e attrezzature in cambio di una ruffianata: pubblicarne la ricetta e relative foto qui sul blog. E' tutto concordato, non ho rubato nulla ve lo assicuro, ho l'autorizzazione!

L'occasione è nata da un invito per un English tea ed il richiamo a mettere le mani in pasta è stato troppo forte. Mancava solamente un forno fidato per la realizzazione del progetto ed il mio, soprattutto da quando faccio uso del termometro, è un fedelissimo compagno di avventure. 

Ma lo sapete che ho scoperto che prima di utilizzare il termometro cuocevo tutto ad almeno 20° in più? Per fortuna che ognuna si regola con il proprio :)

La domenica precedente abbiamo cercato la ricetta adatta che per la seconda volta è uscita dalla vecchia enciclopedia della Curcio degli anni settanta, dove avevo già trovato questa. La conferma è arrivata dal sito di coquinaria, dove qualcuno aveva postato la stessa ricetta, quindi l'esperimento è partito subito.

Ovviamente abbiamo introdotto la variante: invece del ripieno di crema al burro abbiamo messo la Fiordifrutta di Arance Amare che fa tanto british anche lei, e neanche a sottolinearlo, la scelta è stata vincente.

Il biscotto è molto dolce e la marmellata lascia un retrogusto amaro tipico dell'arancia in questione, connubio perfetto sia per una degustazione in solitaria che in accompagnamento al tè.
In fondo, come vedete dalla prima foto, il vassoio è rimasto quasi vuoto (quei pochi superstiti sono stati accuratamente selezionati per un take away).

 

Ingredienti:
(per circa 50 biscotti doppi)

125gr burro morbido
125gr zucchero
200gr farina 00
1 tuorlo
scorza grattugiata di un'arancia
1 cucchiaio sciroppo di zucchero di canna
pizzico di sale
una punta di coltello di cremor tartaro
1/2 cucchiaino di bicarbonato

Prima di tutto preparare lo sciroppo mettendo a bollire dello zucchero di canna con pochissima acqua. Vi consiglio di farlo almenoil giorno prima così si addenserà per bene, dovrà essere tipo il miele liquido.
Mettere a montare il burro con lo zucchero fino a crema e poi aggiungere il tuorlo, la scorza d'aranzia grattugiata e il cucchiaio di sciroppo.
A parte setacciate la farina con le polveri lievitanti e aggiungere il pizzico di sale.
A questo punto incorporare la farina poca per volta nel composto di burro e mescolare fino ad amalgamare bene il tutto.
Prendere l'impasto e formare delle palline grandi quanto una nocciola, appena appena più grandi. In questo modo il biscotto avrà la grandezza ideale per essere mangiato in un solo boccone.
Preriscaldare il forno a 180° e cuocere per 15 minuti.
Appena freddi accoppiarli con la marmellata di arance amare Rigoni di Asiago.


Un grazie alla mia amica Robbi per i diritti e grazie a Fabrizio per le splendide foto.


4 commenti:

  1. Confermo. Erano ottimi...ahimè erano.
    Complimenti a chi ha lavorato sul serio per farli :)

    RispondiElimina
  2. ma che bella questa cosa della co-produzione!!! possiamo rifarla, no? che dite? grazie a Giulia che riesce sempre, immancabilmente e affettuosamente... a casa ^_^

    RispondiElimina
  3. Certo che possiamo rifarla, Pareti di Zucchero apre le porte agli amici per pasticciare insieme!

    RispondiElimina
  4. :-)

    che belle queste accoppiate!! anche io sto pubblicando a breve una ricetta di un amico.

    RispondiElimina